Uno non fa in tempo a tornare a Toronto che…

Standard

…si son dimessi i ministri finiani e i vertici del PD milanese e lombardo. Sì, insomma, mi pare un ottimo lunedì. Un pelo patetica la richiesta di Berlusconi a Napolitano di sciogliere solo la Camera. Siamo da sempre una repubblica parlamentare, ora che il piduista che va con troiette minorenni si dovrà far da parte, la palla non sta più a lui, ma al Quirinale e al Parlamento.

Tante buone vibrazioni per Pisapia, candidato a sindaco del centrosinistra a Milano. Per come si stan mettendo le cose, potrebbe fare anche il secondo miracolo.

Annunci

Un pensiero su “Uno non fa in tempo a tornare a Toronto che…

  1. Dopo esserci fatti sfuggire il comune di Roma, pare che a Milano facciamo sul serio, dopo 20 anni di candidati fmosci mosci (ultramoderati vocati alla sconfitta). Idee chiare per far ritrovare ad una città il lustro che ha perso. Forza Pisapia!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...