Se questo è un sindacato

Standard

La CGIL è conservazione e reazione al progresso. Il sindacato dei garantiti e dei pensionati.

Politica per Jedi

La CGIL è diventata, addolora constatarlo, il ricettacolo del peggior conservatorismo d’Italia.

L’avevamo capito da tempo, ma con l’umiliante inchino alle elemosine del governo Conte la CGIL di Susanna Camusso ha squarciato definitivamente il velo che nascondeva il suo vero profilo: quello di una corporazione interessata solo ai diritti (in qualche caso ai privilegi) già acquisiti e totalmente sorda al grido di chi un lavoro non ce l’ha.

La povertà di visione della più gloriosa associazione sindacale d’Italia è stupefacente. Lascia attoniti, in particolare, la loro capacità di ignorare completamente le dinamiche attraverso le quali nell’economia di mercato il lavoro si forma, si consolida, produce ricchezza che può essere condivisa e distribuita.

Il fenomeno che merita l’interesse di Susanna Camusso e del suo sindacato è uno solo: la conservazione del posto.

Non c’è altro pensiero, altro riflesso, altra preoccupazione in CGIL che il pedestre conteggio dei posti di lavoro…

View original post 294 altre parole

Annunci

L’omicidio politico di Renzi

Standard

Le responsabilità di certa stampa, di certi editorialisti, di certi conduttori tv sono anche da tenere in conto.

Politica per Jedi

Prima o poi bisognerà pur calcolare i danni e attribuire le responsabilità dell’omicidio politico di Matteo Renzi. Perché di questo si è trattato: del consapevole killeraggio di un leader democraticamente eletto in assenza di qualsivoglia obiettivo politico.

Non è stata la prima volta, peraltro, era già accaduto con Veltroni e per certi versi con Bersani; a differenza loro Renzi ha lottato costringendo i suoi avversari a scoprirsi e a rimetterci probabilmente più di lui. La mano che ha brandito il pugnale è sempre la stessa, comunque: una classe dirigente di terza categoria, incapace di meritarsi la leadership ma perfettamente in grado di sabotare chi ha i numeri per esprimerla.

Le ricadute nefaste di quell’omicidio non si contano.

La prima vittima è il sogno di istituzioni più moderne e meno costose. Quel sogno, la riforma costituzionale ed elettorale, è stato sacrificato senza alcuno scrupolo pur di colpire il bersaglio grosso, la…

View original post 382 altre parole

Alle radici dell’odio

Standard

Capisco la stanchezza di Pino Scaccia molto bene.

La Torre di Babele

181551175-8016d44e-be82-4542-8032-d1c11174c548

Lo so, ovvio che lo so che il pazzo sta solo raccogliendo un odio che già c’è. E’ sempre successo così con le dittature: arrivano sempre quando il popolo è in crisi e l’economia è al tracollo. E sono sempre arrivate in maniera “democratica” fingendo di pensare al popolo. Ci si rifugia nell’uomo forte salvo poi liberarsene dopo tempi lunghi e dolorosi. In qualche maniera è anche la scelta americana di scegliere la follia attuale. “Prima pensiamo agli italiani” è una maniera di riproporre la razza pura, dove i puri sarebbero i padani. Sto studiando la storia di Hitler e, a parte i mille complessi, è sconvolgente scoprire quanto le sue origini siano lontane da quella “purezza” con cui ha esaltato i tedeschi, naturalmente umiliando tutti gli altri.

Non è neanche difficile sapere perché siamo arrivati a questo punto, ma si resta comunque sbalorditi dal livello in cui siamo scesi…

View original post 364 altre parole