Il Tar del Lazio ha respinto il ricorso del PDL

Standard

C’è da dire che quando volete avere un’analisi fredda e utile sulla situazione politica incandescente, sapete di poter leggere Anellidifumo.

Si sbagliavano, dunque, i vari Mario Adinolfi che dicevano “Napolitano ha fatto bene”. No, nemmeno con la porcata del Dl – che sarà valutato anti-costituzionale dalla Consulta – che pare sia stato scritto assieme dai tecnici del Quirinale e da quelli del Governo, è stato possibile schiacchiare la legalità e far concorrere comunque la lista del PDL.

Questo perché il TAR ha respinto il ricorso del PDL dicendo che «La regione ha disposizioni proprie, il dl ‘salva liste’ non può essere applicato nel Lazio». Significa che per i giudici del TAR il Decretino prima ancora di essere anticostituzionale non è applicabile alle elezioni del Lazio. Quindi anche la lista PDL presentata oggi seguendo il dettato del Decretino sarà respinta “perché il dl non può essere applicato nel Lazio”, prima ancora che ci sia il parere della Consulta che stabilisce l’anticostituzionalità del Dl.

Per altro col fatto che in Lombardia il TAR ha riammesso Firmigoni PRESCINDENDO dal Decretino (che sarà anticostituzionale) e col fatto che il TAR del Lazio ha bocciato il ricorso del PDL dicendo anche che il Decretino (che sarà anticostituzionale) è inapplicabile in quanto materia del Lazio, significa che ora le elezioni non è detto che vengono annullate in futuro. Questo per la SAGGEZZA dei due TAR di PRESCINDERE dal Decretino scritto da sprovveduti del diritto. E se Napolabbondio ha contribuito, che dire, sprovveduto pure lui.

Ora attendiamo gli altri ricorsi del PDL e vediamo che succederà. Cmqe, l’Italia è ancora una democrazia, in cui la Legge ha valore di Legge.

Emmatar e Avatar

Standard

Ieri ho visto AVATAR e volevo parlarvene. Il film va visto al cinema, non è un capolavoro di trama (anzi) ma gli effetti speciali in 3D sono tali che il film non va visto in tv, ma in un cinema possibilmente grande. L’idea nodale non è niente male: quello di poter vivere in una realtà virtuale che alla fine non fa più capire quale sia la realtà e quale sia il virtuale. Il secondo messaggio, scontanto anzichennò, è il rispetto per la natura e per il proprio territorio. Cmqe fra poche settimane esce ALICE NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE per la regìa di Tim Burton, e vi assicuro che sarà molto meglio di Avatar, anche a livello di effetti speciali 3D (ho visto il promo al cinema prima di Avatar, non vi dico altro).

Detto ciò, la campagna elettorale di Emma Bonino e dei Radicali si apre con questo video qui sopra, che è semplicemente geniale. Questo blog ha già dichiarato il suo endorsement per Emma Bonino alla Regione Lazio ma vorrei aggiungere che Mario Adinolfi ha già fatto i complimenti alla Polverini per la sua elezione, quando ha saputo che non veniva candidato lui stesso (!) come vice, bensì la sora Emma. Ebbene, io penso che Mario Adinolfi s’intenda di poker e di scommesse sportive, ma quando si parla di politica, di cinema o di letteratura ha già dimostrato più volte di non capirci una sega. La previsione di Adinolfi è, insomma, un’ulteriore conferma che la candidatura di Emma è la migliore possibile e che il Lazio si potrebbe vincere. Magari di un pelo, ma si potrebbe vincere.