Molto soddisfatto del voto in Germania

Standard

Il dato delle elezioni in Germania è davvero molto buono (qui la grafica del risultato) per una serie di ragioni. Anzitutto, viene sconfitto il modello di grande coalizione che secondo me è innaturale e pericoloso, perché origina consociativismo e tende alla cristallizzazione della democrazia e perfino alla creazione di un pericoloso parteienstaat, come la DC italiana degli anni passati.

Secondo, perché segna la grandissima vittoria dei Liberaldemocratici tedeschi, guidati a livello nazionale da un uomo apertamente gay, che ha delle idee secondo me molto moderne e chiare, in particolare riguardo ai diritti civili e ai diritti delle minoranze. Inoltre, segna una non crescita della Destra xenofoba, e di questi tempi in Europa c’è da celebrare una loro non crescita.

Terzo, perché segna una importante avanzata della Linke e dei Verdi, entrambi con percentuali a doppia cifra.

Quarto, perché segna un crollo della SPD, punita dal suo elettorato per aver fatto un’alleanza innaturale alla sua destra. La prossima volta i socialdemocratici tedeschi ci penseranno due volte a ignorare ciò che esiste alla loro sinistra, vale a dire il 25% dell’elettorato tedesco. Non possiamo pretendere che i capi del PD italiano capiscano l’antifona, ma chi ha orecchie per intendere dovrebbe sapere intendere.

Quinto: perché CDU e FDP sono partiti espressione di un centrodestra competente, moderato, rispettoso e ultra-europeista. Sono certo che sapranno fare bene gli interessi della Germania e quelli della UE.