Nazinger s’appresta a sbarcare nella sua Perfida Albione

Standard

A quanto pare verrà accolto da contestazioni e indifferenza nel Paese che crede che “le società senza Dio siano più benevolenti” e dove si sostiene che “la lotta del papa contro i profilattici sia un aiuto all’AIDS” e dove aggiungono, con una punta di sarcasmo beffardo, che per “salvare il cattolicesimo al papa serve un miracolo“. Ci aspettiamo che i leader del PD definiscano prontamente come “squadriste” le contestazioni dei cittadini della “Perfida Albione” contro Sua Santità:

Gli inglesi, poco propensi a scialacquare in tempi di crisi, hanno aspramente criticato la spesa affrontata dal governo per la visita del pontefice. Solo per la sicurezza di Ratzinger durante la veglia di preghiera in Hyde Park, in programma per il 18 settembre, sono stati spesi 1.8 milioni di sterline, 2.2 milioni di euro. Complessivamente, i quattro giorni di visita papale alleggeriranno le tasche della Gran Bretagna di oltre 14 milioni di euro. Alan Palmer, presidente del Central London Humanists, aggiunge: “I cittadini si chiedono se nella situazione economica attuale si debba spendere milioni di sterline per fornire un palcoscenico ad un leader religioso che ha già criticato la nostra legislazione e condannato il modo in cui organizziamo la nostra società”.

I cittadini inglesi se lo chiedono e secondo me hanno la risposta dentro di loro. Solo che stavolta non è sbagliata. Nazinger, rimanitene a Roma e vedrai che non trovi nessuno a fischiarti.