Inverno

Standard

Oggi mi sento così.

Aggiornamento: siccome ho addirittura ricevuto delle e-mail da amici preoccupati per questo post, devo specificare che a me l’inverno non dispiace affatto (semmai il problema è che quest’anno non è ancora arrivato nemmeno a Toronto: +11°C oggi, siamo una quindicina di gradi sopra le medie stagionali) e che non mi sento per niente triste. La canzone di De Andrè mi piace in un modo sconvolgente e non la trovo poi così triste come quasi tutti hanno interpretato. Cmqe, mea culpa, devo ricordarmi che per quasi tutti l’inverno non è considerata una stagione allegra.

Una nota per i troll: al contrario de Il Cannocchiale, WordPress ha un sistema molto efficace per bloccare i vostri commenti. Vengono deviati in automatico in una casella “spam” oppure “trash”, a seconda dell’impostazione che l’autore del blog sceglie, e tutto ciò che io vedo è che ogni giorno arrivano uno o due commenti che finiscono in quelle caselle. Ecco, io vorrei che sappiate una cosa: i vostri commenti finiscono nello spam SENZA che io possa leggerli, a meno che non vada ad aprire il file “SPAM” o “TRASH” di proposito, cosa che ho fatto quattro volte dall’inizio della moderazione (notando che ormai sono solo insulti, e da critico letterario in erba ci sarebbe da indagare sul perché uno dei due troll si è specializzato in coprofilia e l’altro ha accentuato la latenza della sua fase omosessuale), per essere sicuro che ci finissero solo coloro che se lo meritavano. Da allora, ho settato la cancellazione automatica di questi due file tutte le volte che termino di approvare i commenti delle persone normali sane di mente, però devo dire che sono ammirato del fatto che ogni giorno le mie caselle per troll si riempiano di un paio di contributi. C’è dell’abnegazione e dell’amore da parte di chi viene qui tutti i giorni per insultare, portare il suo contributo di click, non essere né letto né pubblicato e poi ritornare il giorno dopo, così per il resto dei suoi giorni. Intendiamoci: forse non è un bel segnale sulla qualità della vostra vita, ma questo blog vi ringrazia di cuore per l’apporto di click che date, con ostinazione e amore. Grazie, e continuate così, per favore.