NEMLA 2014

Standard

E così anche quest’anno sono stato alla conferenza della NEMLA, accompagnato stavolta dalla compagnia di viaggio. Città piccola, questa volta: Harrisburg, Pennsylvania, ma non del tutto anonima, visto che fu anche la capitale degli USA nel 1812, quando i canadesi bruciarono la Casa Bianca, per intenderci. Città bruttina, ma è vero che l’abbiamo visitata poco e male, presi come siamo stati dalle sessioni della conferenza. Si sono rivisti un po’ di vecchi amici, se ne sono incontrati di nuovi, si è sopportato il barone nepotista di turno – inopinatamente invitato a parlare della sua rivista che impiega anche 5 anni a pubblicare gli articoli approvati – venuto a leggere un contributo al tempo stesso troppo lungo e troppo privo di sostanza. Bellissima la reazione della plenaria: al termine della sua ora e mezza di inutile lettura infarcita di banalità e ripetizioni, è stato accolto da un silenzio di quelli che fanno più rumore di una contestazione a suon di uova marce. Non una mezza domanda, nonostante il chair della plenaria insistesse per trovare almeno un quesito dal pubblico.

Come capita spesso, sono state le occasioni conviviali quelle che mi hanno fatto riflettere di più. Con considerazioni, riflessioni, il peso di scelte fatte da altri, che presto saranno inevitabili anche per me, e che tuttavia non possono lasciare indifferenti. O almeno non lasciano indifferente me. Situazione strana, il vivere a 40 anni stando ancora sulla soglia, con un piede qui e uno lì, e sapere che il momento di dover scegliere qualcosa di radicale si sta avvicinando a grandi passi.

Per ora si rimanda il giorno della scelta. Ma si sente il profumo – o la puzza – di uno di quei bivi esistenziali che metà basta.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...