Ciao, Paolo

Standard

Sono iscritto ad alcune newsletter accademiche e ogni tanto da lì arrivano le peggiori notizie possibili. Non riguardano la chiusura di dipartimenti di Italianistica o cose del genere, riguardano la scomparsa di ricercatori e accademici che, il più delle volte, si è imparato ad amare attraverso i loro libri.

Non fa mai piacere leggere della scomparsa di nessun intellettuale. Ma quando hanno appena 41 anni, e in così poco tempo sono riusciti a fare così tante cose preziose, fa male molto di più. Grazie del tuo lavoro e delle tue pagine, Paolo Zanotti.

Un pensiero su “Ciao, Paolo

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...