Il bel gesto di Daniela Di Sotto, le brutte parole di Renzi

Standard

Non credo esista un argomento politico sul quale la ex moglie di Fini, Daniela Di Sotto, e io, la si pensi allo stesso modo. Però mi ha colpito il bel gesto che ha fatto oggi, andando ad ascoltare il suo ex marito fondare il suo nuovo partito, facendo anche sapere che considera di iscrivercisi. Non voglio leggere la cosa nei suoi eventuali significati politici o personali nascosti, mi limito alla superficie: mi è parso un gesto elegante e gradevole, molto maturo. Poi mi sbaglierò, ma insomma per ora le faccio tanto di cappello, e trattandosi di Daniela Di Sotto, segnalo che è la prima volta che posso parlarne bene.

***

Ho trovato demenziale che il PD abbia fissato la data dell’happening di Bersani in contemporanea con l’assemblea di Pippone Civati e Renzi. Renzi parla molto contro Fini, ma al dunque fra Renzi e Fini è Fini il più progressista e illuminato dei due. E la cosa lascia MOLTO a desiderare. Forse Renzi dovrebbe farsi un esamino di coscienza, se io posso fare un’affermazione del genere senza dire una follia. E Pippone e gli altri dovrebbero riflettere sul carattere iper-moderato e conservatore della figura politica con la quale stanno, di fatto, lavorando assieme.

***

Anche la presentazione di Cuneo è andata benone: circa 20 persone hanno riempito la Libreria Janus di piazza Europa. Nuovo appuntamento: domenica 7 novembre ore 18 presso il King Club di  via Derna 19.

Annunci

17 pensieri su “Il bel gesto di Daniela Di Sotto, le brutte parole di Renzi

  1. Condivido le tue impressioni su Renzi. Non ho seguito la “kermesse” di ieri ma l’ho visto piuttosto a disagio sulle unioni civili dalla Bignardi: c’era moolta vecchia politica là, altro che rottamazione.

    Sembra uscito ieri dall’Agesci…

  2. Meursault

    Renzi è lo stesso che senza nessun riscontro e nella totale ignoranza dei fatti e delle ricerche si è scagliato, come il peggiore La Russa, contro l’oncologa Gentilini, rea di criticare i termovalorizzatori. Guardare per piangere:

  3. Il Metapapero

    @sciltian: mi riferivo alle parole sui diritti civili, mica alla telenovela “Dimettiti tu, no sfiduciami tu”

  4. ale

    Insomma, preferiresti Fini (quello della legge Bossi-Fini, quello della legge sulle droghe leggere, ecc.) perché parla di matrimonio gay e non Renzi perché non lo fa (ricordo che nel “manifesto” uscito dalla tre giorni della Leopolda si parla di unioni civili: a Renzi non piacciono, ma è un democratico e se chi è con lui le vuole, lui non fa storie). Ma perché sempre questa personalizzazione della politica? Renzi vs. Fini ecc. Dov’è la differenza dal berlusconismo? Alla Leopolda hanno messo in primo piano le idee, con i cinque minuti a persona. A me Renzi sta parecchio sulle palle, e sono fiorentino. Ma ho grande stima per quello che lui, Civati e tanti altri stanno facendo. Non so se hanno chance di vincere elezioni, ma almeno stanno cercando di fare politica in maniera alternativa ai vari Fini, Bersani ecc., tutti prigionieri di Berlusconi, tutti incapaci di fare qualcosa di diverso dai soliti giochini di potere e di dire qualcosa di diverso dal “B. si deve dimettere!”. Se si vuole inchiodare un politico a una dichiarazione, non se ne salva uno, nemmeno (soprattutto) Fini. Ma ve le siete lette le proposte della Leopolda, almeno? Non capisco, scusate.

  5. vegetarian

    a parte che non capisco tutta questa enfasi per i 5 minuti. Nelle associazioni di cui faccio parlo se ne parlano 3, è stato difficile per qualcuno, ma non siamo andati a scriverlo sui giornali.
    Comunque immagino sia una svolta radicale.

    Invece più che Fini e Renzi mi è piaciuto molto quello che è successo qui:
    http://www.livestream.com/affarit/video?clipId=pla_46fe3d93-a375-4b3e-828a-33ef99e480a4&utm_source=lslibrary&utm_medium=ui-thumb

    Non sono particolarmente appassionato di vendola, ma qui ha fatto un bellissimo discorso. Da questa rinata Milano può veramente risorgere la sinistra dei diritti sociali e civili.

  6. ale

    Comunque siamo messi davvero male se la speranza deve venire o da un boy-scout super-cattolico come Renzi o da un altro super-cattolico come Vendola. Non ci libereremo mai della Chiesa? È dall’epoca di Spadolini che non c’è un politico di primo piano che non sia cattolico o non abbia fatto inciuci con la Chiesa (da Craxi a D’Alema, bell’esempio di “ateo devoto”). Che tristezza…

  7. Il Metapapero

    la cosa paradossale e’ che la Chiesa lamenta la mancanza di politici cattolici un giorno si e l’altro pure, giusto per capire l’ennesima contraddizione di questi tempi.

    (peraltro non condivido certo la definizione di super-cattolico a Renzi e Vendola, senno’ Giovanardi cos’e’? E comunque con Renzi e Vendola voi – intesi come movimento LGBT – ci potete parlare, magari non essere d’accordo, ma sono interlocutori seri. Con Giovannardi no, con FIni, forse, ma sulle posizioni che piacciono a Sciltian credo sia minoritario perfino nel partito di cui e’ presidente, sempre se il suo cambiamento di idee sia effettivo e non puramente tattico)

  8. ale

    Metapapero, Giovanardi è un bigotto opportunista e ipocrita: infatti vuole fare la prova della coca ai giornalisti scomodi, mica a quelli favorevoli al padrone o ai suoi colleghi di partito. Giovanardi starà sempre dalla parte di chi è al potere: ultrá cattolico in Italia, sarebbe un fondamentalista islamico in Iran e un fanatico puritano nell’Inghilterra di Cromwell.
    È vero che con Renzi e Vendola si può parlare, ma mi pesa che non sia un politico capace di fare lo strappo e dire chiaro e tondo che lo Stato è laico e non può obbedire ai dittati papali; o che dica alla Chiesa che se vuole il dialogo, deve essere disposta al dialogo invece di arrivare con i suoi “principi non negoziabili” che tutto sono meno che aperture a un dialogo, appunto. Ma questi sono solo sogni…

  9. In questi giorni di viaggi per il libro non ho potuto leggere quasi niente di attualità politica, quindi leggerò il documento uscito dalla Leopolda. E’ che io Renzi lo sento lontano politicamente tanto quanto sento Fini, ma noto che il secondo dice oggi cose che piacciono anche a me, mentre il primo continua a non dire cose che mi piacciono.

  10. liuk

    qualche giorno fa ho leggiucchiato un’intervista ad alemanno che, alla domanda “ha mai pensato di seguire fini?”, ha risposto, in maniera non so quanto consapevolmente arguta, “a me sembra che fini più che un partito di destra stia rifacendo il partito repubblicano”. insieme un complimento -il partito della borghesia illuminata e laica- e una condanna -ha mai superato il pri il 4 o 5 %? ecco perchè fini piace ora più a sinistra che a destra… non sarà poi vero allora che proprio quei poteri forti che stavano dietro al pri sono coloro che hanno guidato la svolta di fini puntando forte su di lui, ma rischiando di fermarsi appunto al 4-5%, rubando voti da tutti tranne che dal PDL?

  11. Bella Liuk, questa sì che è una cosa stimolante. Il PRI che conoscevo io avevo un senso radicato dell’antifascismo come Fini non può permettersi neanche in vent’anni. Però è vero che nel PRI esisteva una destra, quella di Pacciardi, che strizzava l’occhio all’MSI e partecipò al golpe di Edgardo Sogno, pur venendo dall’antifascismo durante la Resistenza. Ma era una destra minoritaria del PRI, che si definiva “partito della sinistra amarxista”. Semmai Fini sta cercando di fare il PLI, o se vogliamo essere precisi come storici, sta ricalcando i passi di Giovanni Giolitti, che da liberale fece molte riforme sociali, cercando di coinvolgere i socialisti riformisti. Del resto, Chiara Moroni è a capo di una corrente di quel genere lì, nel suo partito (di Fini).

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...