Le lungimiranti scelte di Veltroni

Standard

3 marzo 2008: Veltroni, per tutta risposta, chiarisce che mentre «la sinistra parla di lotta di classe contro i padroni, noi con Calearo dimostriamo che siamo la forza del patto tra imprenditori e lavoratori».

Annunci

13 pensieri su “Le lungimiranti scelte di Veltroni

  1. liuk

    anch’io devo dire che una risatina amara me la sono fatta vedendo i titoli su calearo, ripensando a super walter e a chi ha portato in parlamento… però, caro alberto biraghi, a me, da architetto curioso, domus e abitare diretti da boeri mi intrigavano tanto… boeri da quello che so io ha una storia e una cultura di tipica sinistra snob radical-chic, milanese per giunta, quindi direi che uno come calearo è abbastanza agli antipodi di boeri. poi, sull’opportunità di candidare uno coinvolto nelle inchieste sul G8, sono anch’io assai perplesso. ma il fatto che un architetto lavori per chiunque metta i soldi per farlo lavorare senza troppi problemi morali, è nella natura obbligata di artista cortigiano della sua professione, e negarlo è cadere nello stesso equivoco in cui caddi io quando mi iscrissi ad architettura un malaugurato giorno di 17 anni fa…

  2. vegetarian

    calearo era nel mio collegio elettorale, fu uno dei motivi per cui non votai pd, in qualche modo devo essergli grato per avermi aiutato a fare la scelta giusta fin dall’inizio.

    Poi fino a quando non cesserà l’idea che i conflitti sociali si risolvano dentro un partito e non nella società e nel parlamento direi che per il pd non c’è speranza, anzi spero che sparisca lasciandoci liberi.

  3. Liuk, secondo me tu hai fatto bene a iscriverti ad Architettura, perché hai un talento naturale per quel genere di mestiere. Certo, avessi scelto Scienze politiche, ce la saremmo fatta assieme, ma oggi lavoreresti probabilmente in Inghilterra, o saresti disoccupato a Roma, o peggio impiegato di call center a Roma.

  4. Veltroni è il più grande fallimento politico del centrosinistra e il più grande aborto della sinistra italiana. E’ l’emblema del berlusconismo di sinistra, buonista ma figlio di puttana dentro.

    Lasciamo stà che è meglio…preferisco d’alema…

  5. Hans

    Quoto Vegetarian, se così si dice.

    E, senza ancora aver letto le sue parole, pronunciavo le seguenti parole poche ore fa, a lezione:
    “nello Stato liberale il conflitto sociale era escluso dalle istituzioni. L’epoca dello Stato democratico segna il superamento di quella concezione monodimensionale delle istituzioni, dunque del potere politico, dunque dei diritti che il potere politico è chiamato a garantire e regolare con le leggi. Il conflitto sociale entra in Parlamento, diventa conflitto politico tra forze contrapposte, anche aspramente contrapposte. Lo Stato democratico è il contrario dell’armonia elitaria dello Stato borghese ottocentesco”.

    Ecco, il Veltroni è buono per l’Europa del primo Ottocento, quando gli operai, per ottenere un miglioramento delle proprie condizioni di vita, dovevano fidare nella paternalistica benevolenza del notabile parlamentare, magari proprietario della loro fabbrica. Che so, un signor Calearo.
    L’epoca nella quale “il conflitto sociale, privo di uno sbocco politico – che non fosse la graziosa concessione d’un ceto politico “monoclasse” – e di un’eco istituzionale, fatalmente si acutizzava sino alla drammatica accensione nei suoi luoghi d’origine: la famiglia, il lavoro, la polis.”

    Onde prevenire i sedicenti liberali che talora si affacciano a dar del fascista a questo e a quello, dirò che l’opinione suesposta è la versione divulgativa, per studenti diciottenni, del pensiero di Alexis De Tocqueville, Hans Kelsen, Norberto Bobbio, Livio Paladin, Mario Dogliani, Valerio Onida e di altri personaggi pericolosamente autoritari.

  6. vegetarian

    Faccio mio l’intervento di Hans e completo l’analisi facendo notare che magari Calearo fosse l’esponente di un capitalismo paternalista (come i Marzotto o i Rossi, per rimanere in zona), è
    Invece un proto leghista e arrivista politico che, avendo troppa concorrenza a destra, ha approfittato della genialità di veltroni per arrivare in parlamento.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...