“Con questi dirigenti non vinceremo mai”

Standard

E per primo lo disse Nanni Moretti, e tutti a dargli addosso. Su Anellidifumo e nella blogosfera lo abbiamo scritto anche prima di Nanni moretti, e lo abbiamo continuato a dire negli anni successivi. Adesso lo ripete Ilvo Diamanti, mettendoci qualche ragionamento e tabella in più. Chissà se mai i piddini lo capiranno.

Annunci

15 pensieri su ““Con questi dirigenti non vinceremo mai”

  1. Filippo Zuliani

    Concordo con l’articolo. A ben vedere, il rinnovamento e’ la carta vincente della sinistra sulla destra. Voglio vedere il PDL a rinnovare Berlusconi.

  2. Infatti, Fil, ma a dirla tutta il giorno in cui nel PD D’Alema è fuori da tutti i giochi, credo che tu e io saremo in pensione. E se consideri che noi la pensione non l’avremo mai, anche grazie a D’Alema, ha un sapore beffardo il tutto.

  3. A me pare che il PD (con le forze che ha) si stia comportando ottimamente in questa fase e tutto ciò che accade sia “quasi” sotto la sua regia, Montezemolo e sue uscite comprese.
    Non vedo cos’altro avrebbe potuto fare di più la dirigenza in questo momento.
    Le mosse di qui alle elezioni, esito compreso, le commenteremo giorno dopo giorno

  4. Filippini, grazie per il suo “tutto va bene madama la marchesa”. Se ne sentiva proprio il bisogno. Viviamo nel migliore dei mondi possibili, sotto il PD, non ce lo dimenitchiamo mai.

  5. Filippini, non credo che un post di un blog faccia di genere “cronaca politica”, per quella ci sono i giornali. Un blog serve per lo più a scrivere dei piccoli editoriali, quindi a dare il proprio punto di vista sulle cose. Le proprie opinioni sono sempre basate anche sui propri desideri. Nel caso di questo post che stiamo commentando, più che la mia opinione c’è la funzione di ricordare una serie di fatti e una notizia. I fatti sono relativi alla famosa frase di Nanni Moretti, che non credo lei contesti. Poi altro fatto: nella blogosfera spariamo contro D’Alema e soci da anche prima di Moretti. La notizia: Ilvo Diamanti e la sua analisi che conferma quanto detto da Moretti e dalla blogosfera.

  6. Sono un morettologo viscerale e ben ricordo la vicenda. Il principale contestato era Rutelli che se Dio vuole ora non c’è più. Inoltre rimproverava principalmente al PD ed a Bertinotti di non aver saputo trovare la quadra. Lo ricordo perché ero d’accordo con Nanni in massima parte.
    Un po’ diverso dall’auspicio della nascita di terzi poli o adderittura di quarti più contorno di grilli fritti in padella, o no?

  7. Noooooo, Filippini, Moretti se la prendeva con la classe dirigente dell’intero centrosinistra, non certo solo con Rutelli. In particolare poi se la prendeva con D’Alema e Fassino, che pure quest’ultimo ha avuto i suoi meriti come leader.

  8. A parte le persone, ricorderò male, sul punto delle alleanze sono sicuro e da questo punto di vista il PD si sta muovendo bene, soprattutto alla sua sinistra. Merito anche di Vendola che ha pugnalato nel suo campo i famosi puri che epurano…

  9. Oh finalmente siamo d’accordo su una cosa, Filippini: la sconfessione della teoria veltroniana dell’autonomia piddina (salvo poi allearsi con IDV) è una cosa che ci unisce. Anche io penso sia necessaria un’alleanza per lo meno SeL-PD-IDV, con la possibilità di estenderla a pochi altri o di andare al voto così. Alla Camera si perde, ma al Senato ce la giochiamo.

  10. Se sapremo essere leali, vinciamo anche alla camera.
    Cmq secondo me tu (ed altri) l’hai presa troppo lunga, io sono per la navigazione a vista (si era capito)?
    Occupiamoci di una cosa per volta.

    BTW letto di Pisapia a Milano che promuove le unioni civili?
    Quando c’è dell’humus queste cose fanno bene a tutti.

  11. No, noi possiamo essere leali quanto ti pare, ma contro 5 televisioni non possiamo nulla. Alla Camera la coalizione Lega-PDL prenderà fra il 42 e il 48% dei voti, a seconda di quanto Berlusconi sia in grado di convincere quei milioni di elettori che sono soprattutto utenti tv e non leggono un libro o un giornale nell’arco di una vita, non interessandosi a nulla che non li riguardi personalmente. Quindi, con l’attuale legge elettorale, PDL-Lega avrà il 55% dei seggi alla Camera. Al Senato, con un Terzo Polo che è per lo più un Polo Sicilia e Campania, sarà possibile che nessuno abbia la maggioranza assoluta. Certo, Berlusconi potrà comprarsi qualche senatore MPA o UDC o PD. E penso ci riuscirà. Ma avrà una piccola maggioranza, specie se Napolitano nomina due o tre senatori a vita rispettabili (e se ne frattempo Cossiga ha il buon gusto di schiattare).

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...