Il 10 giugno porta male all’Italia

Standard

10 giugno 1924: assassinio fascista di Giacomo Matteotti. Seguirà assunzione completa di responsabilità da parte del Duce e instaurazione vera e propria del regime fascista.

10 giugno 1940: Mussolini dichiara l’entrata in guerra dell’Italia al fianco di Hitler. Dovrebbe essere una blitzkrieg già vinta, la guerra durerà altri 5 anni, l’Italia la perderà, moriranno 450.000 italiani, tutte le principali città italiane – Roma compresa – saranno bombardate, perderemo colonie e porzioni di territorio italiano. Ma in compenso il Duce bonifica l’agro pontino, eh, un grande.

10 giugno 2010: passa in Parlamento la legge liberticida contro le intercettazioni. Il gruppo del PD abbandona l’aula in protesta. Non accadeva dall’Aventino, avvenuto in seguito all’uccisione Matteotti.

Annunci

3 pensieri su “Il 10 giugno porta male all’Italia

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...