I miei kudos a Der Spiegel – Meine Glückwünsche zu Der Spiegel

Standard

Perché se qualcuno di voi conosce una rivista o un altro genere di media italiano, che ha il coraggio di chiedere le dimissioni di un papa (italiano o tedesco, è uguale) sulla base della sua complicità nell’aver nascosto scandali di pedofilia in seno alla Chiesa, me lo venga a dire. Faccio notare che i vatiCani avevano appena bollato la richiesta di dimissioni dei media americani come simbolo della loro ignoranza delle cose europee e cattoliche. Infatti, Der Spiegel, lo fanno in Nebraska.

***

Weil, wenn jemand von Ihnen eine Zeitschrift oder eine eine andere italienische Art Mittel kennt, das den Mut hat, um die Resignation eines Papstes (Italiener oder Deutscher, ist die selben), auf der Unterseite seiner Mitschuld im Verstecken von Skandalen von Pädophilie innerhalb der Kirche zu bitten, lassen Sie ihn kommen, zu mir so zu sagen. Ich unterstreiche, dass das Vaticans die Nachfrage nach Resignation der amerikanischen Mittel als Symbol ihrer Unwissenheit der europäischen und katholischen Sachen zurückgewiesen hatte. Tatsächlich wird Der Spiegel in Nebraska hergestellt. [Dieses ist eine Babelfish doppelte Übersetzung, von italienischem zu Englisch und von englischem zum Deutschen.]

Annunci

7 pensieri su “I miei kudos a Der Spiegel – Meine Glückwünsche zu Der Spiegel

  1. ladymercury

    Caro Sciltian,
    credo che le nazioni di cultura anglosassone hanno un grande vantaggio rispetto a noi: 500 anni di Protestantesimo, che gli hanno regalato una – difficilmente contestabile- totale assenza di “santità dell’ufficio” che abbiamo nei Paesi cattolici. Per loro, una tonaca NON basta a rendere un prete-un pastore o chi per loro un essere degno di tale nome e abbastanza sacro da prendersi cura delle loro anime. Purtroppo il Cattolicesimo, fin qui, non ci è ancora arrivato. Toccherà aspettare. E comunque, ti consiglio l’intervista fatta dal Times al cardinale cattolico di Londra, che ha ripetuto e sottolineato più volte come i casi di pedofilia in Inghilterra e in Galles siano drammaticamente pochi. Wonderful. Peccato che, come gli fanno notare i commentatori, in un Paese neanche tanto lontano (ma infinitamente più cattolico) come l’Irlanda, invece, i casi abbondino e siano stati anche solertemente insabbiati..

  2. ladymercury

    (sorry per gli errori, ho sbadatamente cliccato su invia prima di correggerli a dovere. La prima riga dovrebbe essere “Credo che […] ABBIANO”. God save Subjunctive. E credo che “santità dell’ufficio” sia “sanctity of the office”, un brutto calco, ma pazienza..)

  3. len/y

    Bellissimo il tuo Post. Anzi di più, perché è confortante trovare un post come questo sui blog che ogni tanto leggo. Grazie, e spero che il tuo blog possa avere ancora più contatti di prima. Ciao
    PS ti copierò sicuramente il vatiCani!

  4. E meno male che qualcuno le cose le dice chiare chiare e tonde tonde e senza paura della scomunica mediatica
    Un abbraccio

  5. prosaica

    Concordo con quello che hai scritto, aggiungerei pero’ che Der Spiegel vede storicamente la Chiesa Cattolica come il fumo negli occhi. Non lo fanno in Nebraska, ma nel profondo Nord della Germania, dove i cattolici sono una minoranza che sta sui coglioni a (quasi) tutti come Scientology. NB Non voglio dire che non abbiano ragione, solo che a chiedere le dimissioni del ratzi ci provano gusto.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...