Sondaggio sul Lazio

Standard

Fatta la necessaria tara da mercati generali ai sondaggi di Crespi, c’è da dire che se per caso il sondaggio rispecchia la realtà, nel PD faranno di tutto per non appoggiare la Bonino, ora che si sa che potrebbe vincere le elezioni. Oltretutto, la Binetti ha lanciato il suo mensile ultimatum: “Se il PD appoggia la Bonino, lascio il PD” cosa che porterà di certo il grande stratega D’alema a dar retta, chessò, allo statista Castagnetti, che dalle colonne dell’Avvenire propone di candidare, in pieno vintage anni Ottanta, Silvia Costa. Sono certo che Silvia Costa potrebbe prendere anche un 35% dei voti, lasciando così indubitabile la vittoria della Polverini e facendo emergere la Bonino con un buon 15-20%. E sono anche certo che Silvia Costa farebbe i manifesti con la sua capigliatura cotonata e la giacca a quadrettini con le spalline, oh yeah. La colonna sonora potrebbe essere, in una botta di novità, WRONG, dei Depeche Mode.

Intanto, godetevi queste dichiarazioni di Emma, prese da Repubblica:

Per finire, Emma Bonino si concede un paio di stoccate. Sull’appoggio di Storace a Renata Polverini dice: “E’ lui che ha fatto ereditare una voragine finanziaria spaventosa alla Regione Lazio, 10 miliardi di debiti. Eredità che non sarà facile risolvere. C’è un pregresso da smaltire e un negoziato con il governo centrale da intavolare”. E sul riconoscimento delle coppie di fatto, spiega: “Io credo che ognuno organizzi i propri affetti come può. Non dare una certezza giuridica alle coppie che vivono insieme  –  eterosessuali o omosessuali – significa non riconoscere i diritti della persona e soprattutto un’evoluzione della società”. “Peraltro”, conclude, “moltissimi dell’Udc di famiglie ne hanno tre. Non ho nulla in contrario, ma l’ipocrisia deve avere qualche limite”.

Annunci

15 pensieri su “Sondaggio sul Lazio

  1. Daniele

    La Polverini polverizzerà i suoi avversari di centro-sinistra. Dopo la vicenda Marrazzo e senza un candidato forte nel centro-sinistra non ci sarà alcuna possibilità di vittoria per loro.

  2. Daniele, hai deciso tu? Puoi per favore comunicare la sentenza a Napolitano e Berlusconi, in modo che annullino le elezioni regionali per il Lazio? A che pro sprecare denaro pubblico se già sappiamo il risultato? Se però non puoi farlo, mi sa che tocca andare a elezioni e vedere cosa succede. Se il centrosinistra sostenesse la Bonino candidata unica, la Polverini forse vince ancora, ma sarebbe una battaglia all’ultimo voto, altro che “polverizzare”.

  3. Nino

    se il PD appoggia la Bonino (cosa che non sono certo farà), prometto di andare a votare e non di astenermi, come pensavo di fare.

  4. anche secondo me candidano la Bonino solo se è molto improbabile che vinca… detto questo, io credo che sia molto improbabile che la Bonino vinca, ma non si sa mai…

  5. Daniele

    Mi sono accorto di non aver aggiunto un “a mio modo di vedere” nel mio comment .. pardon Sciltian 😀

  6. A.

    La notizia della candidatura Bonino mi ha – semplicemente – fatto venir voglia di andare a votare. Ed è quello che farò A PRESCINDERE da quello che deciderà il PD. Partito da cui mi aspetto zero. Di Bonino non condivido un certo numero (significativo) di cose (significative). Però. Però (e questo aspetto è emerso chiarissimo nel forum di ieri di Repubblica) è una senza se e senza ma, limpida nei concetti (bravo Sciltian a rimarcare le sue parole sui diritti di ‘quelli per ora tenuti fuori dal matrimonio’) e di una statura morale che non ha (non può avere) paragoni con nessun burocratello messo lì dall’apparato finto progressista di un PD sempre più penoso (fatta salva una minoranza al suo interno).

  7. Antonio

    Triste pero’ che il PD sia costretto a candidare Emma Bonino per giocarsela. Mette in luce una cosa sola: che in questi di “giovani rodati” il PD non ha in mano una nuova classe dirigente degna di questo nome. A guardarla in modo piu’ ampio, quello dell’assenza di candidati di peso e’ il comun denominatore a moltissime delle regionali.

  8. Antonio, dice benissimo. E’ proprio lo stesso commento che facevo su Skype con mio padre. A forza di essere un partito di merda, il PD ha perso una o due generazioni di dirigenti giovani, dai 25 ai 45 anni. E sono costretti a ricandidare chi è già presidente di qualcosa, oppure andare appresso a candidature di altri partiti. A questo aggiungerei anche l’abilità politica dei Radicali, che in questo caso avevano vita facile: non occorre chiamarsi Emma Bonino per fare una qualunque mossa politica per mettere in sacco la classe dirigente del PD di oggi.

  9. Antonio

    La cosa che mi perplime di piu’ e’ che, nonostante l’assenza di una nuova classe dirigente, nulla o poco si stia facendo per costruirne una nuova. Insomma, a sinistra abbiamo gia’ un buco di una generazione (politica). E’ da tempo che il PDS/DS/PD de facto continua a vivere di rendita, accontentadosi di perdere dignitosamente in attesa del colpo fortunato. Purtroppo per un jolly prendiamo tre sconfitte, e la rendita di posizione di erode sempre un po’ di piu’. Nel frattempo, nessun “investimento” si fa per rilanciare con un nuovo “prodotto” (mi si perdoni l’aziendalese). Andando avanti cosi’ salteremo ben piu’di una generazione politica a sinistra.

  10. Antonio, a mio modo di vedere l’attuale classe dirigente del PD, che è la stessa da 30 anni, fa semmai di tutto per NON far crescere i propri giovani. Che nel frattempo hanno anche 40 anni, ben inteso. Il motivo? Hanno paura di perdere la sedia. Voglio dire: Zingaretti ha 46 anni ed è considerato un giovane. Ovviamente è un uomo di mezza età, vicino al mezzo secolo, altro che giovane. Eppure, Zinga ha mostrato di saper essere molto più bravo dei vari D’Alema, Veltroni, Fassino & co. riuscendo a essere eletto prima e sapendo amministrare poi. Pensa che Veltroni sia contento? Semmai ci sforma su.

  11. Ho adorato la Bonino quando, intervistata dal Tg3, alla domanda: “che reazioni ci sono state in Vaticano alla sua candidatura?”, lei ha sorriso in camera e ha risposto: “non ho contatti”.
    Ciao!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...