E’ inconfutabile

Standard
stefanocucchi

La colonna vertebrale di Stefano Cucchi, dopo l'arresto. Notate la grandezza della mano del medico in rapporto alla schiena, per capire quanto minuto fosse Stefano.

Stefano Cucchi aveva 31 anni e 20 grammi di hashish. E’ stato arrestato dalla polizia di Roma per i 20 grammi e ha smesso di vivere 5 giorni dopo per le botte ricevute. L’autopsia dice che il cuore ha smesso di battere. Sì, ma dopo che gli hanno rotto le vertebre e la faccia a calci e manganellate.

“E’ inconfutabile – aggiunge Manconi – che il corpo di Stefano Cucchi, gracile e minuto, abbia subito a partire dalla notte tra il 15 e 16 ottobre numerose e gravi offese e abbia riportato lesioni e traumi. E’ inconfutabile che Stefano Cucchi, come testimoniato dai genitori, è stato fermato dai carabinieri quando il suo stato di salute era assolutamente normale ma già dopo quattordici ore e mezza il medico dell’ambulatorio del palazzo di Giustizia e successivamente quello del carcere di Regina Coeli riscontravano lesioni ed ecchimosi nella regione palpebrale bilaterale; e, la visita presso il Fatebenefratelli di quello stesso tardo pomeriggio evidenziava la rottura di alcune vertebre indicando una prognosi di 25 giorni.

E’ inconfutabile – dice ancora Manconi – che, una volta giunto nel reparto detenuti dell’ospedale Pertini, Stefano Cucchi non abbia ricevuto assistenza e cure adeguate e tantomeno quella sollecitudine che avrebbe imposto, anche solo sotto il profilo deontologico, di avvertire i familiari e di tenerli al corrente dello stato di salute del giovane: al punto che non è stato nemmeno possibile per i parenti incontrare i sanitari o ricevere informazioni da loro. Ed è ancora inconfutabile che l’esame autoptico abbia rivelato la presenza di sangue nello stomaco e nell’uretra.

E’ inconfutabile, infine – aggiunge – che un cittadino, fermato per un reato di entità non grave, entrato con le proprie gambe in una caserma dei carabinieri e passato attraverso quattro diverse strutture statuali (la camera di sicurezza, il tribunale, il carcere, il reparto detentivo di un ospedale) ne sia uscito cadavere, senza che una sola delle moltissime circostanze oscure o controverse di questo percorso che lo ha portato alla morte sia stata ancora chiarita”.

Vedete anche: Federico Aldrovandi, Aldo Bianzino.

Annunci

10 pensieri su “E’ inconfutabile

  1. io me che cio n'idea origginale e arucinante ma anche incredibbile e io o so che cio raggione di Spartaco er Re de Roma e de la pajata

    Per non parlare del maestro anarchico Francesco Mastrogiovanni, morto durante un ricovero coatto, senza che potesse conferire con i parenti.

    http://www.agoravox.it/Francesco-Mastrogiovanni-morte.html

    La maria non c’entra qui, ma c’entra l’accanimento di certe “autorità” con chi ha comportamenti fuori da certi standard (per esempio non va alle feste con i “piatti di coca” di villa certosa)

  2. Una vergogna. E la cosa più vergognosa è che per questo caso come per quello di Aldrovandi e di Emmanuel Bonsu i sindacati, il ministero e l’Arma si siano subito piombati senza alcuna prova o inchiesta interna a difendere i poliziotti. Così sulla fiducia, perché un poliziotto non potrebbe mai fare una cosa del genere.

    P.S.
    Ho visto da Malvino che anche tu hai avuto problemi nelle settimane scorse con il cannocchio. Hai fatto bene a cambiare piattaforma!

  3. E ovviamente La Russa giudica il comportamento dei carabinieri corretto. A prescindere…
    Amette di non conoscere i dettagli della vicenda ma si dice sicuro di ciò.
    Poi si lamentano se a sinistra si rivendica una diversità morale.

  4. Luce

    I fascisti cominciano con le manganellate in caserma, poi escono in strada e dopo un po’ l’Ordine e la Legalita’ regnano sovrane.
    Stanno solo facendo le prove generali.

    E’ regime!!!

  5. A me sembra che se ci possono essere Carabinieri, come ci sono stati, che hanno ricattato l’uomo politico del quale facevano la scorta (Marrazzo), ci possono essere dei poliziotti che hanno ucciso questo ragazzo colpevole magari di essere mingherlino e scricciolo. I 20 grammi di hashish non so se sono stata una motivazione per spezzargli la colonna vertebrale. Ho la sensazione che quando parte la girandola dei calci in bocca e delle manganellate, il movente del reato commesso sia sempre non rilevante. Il vero movente è la mentalità fascista di certe bestie che hanno addosso, per puro caso, una divisa.

    La grande differenza è che nel caso dei ricattatori di Marrazzo, altri Carabinieri hanno indagato senza denuncia di parte e hanno arrestato i 4 ricattatori. Nei casi di questi poliziotti buonanotte.

  6. Lorenzo

    A me fanno più paura le forze dell’ordine dei mafiosi… almeno i mafiosi ti ammazzano per un motivo valido, non solo perché gli stai antipatico.

  7. Io prego soltanto davanti a questi orrori e piango per questo paese che dei delitti e delle pene oramai se ne fotte.
    Un abbraccio triste stavolta, molto triste

  8. Antonio

    Dal primo momento che ho appreso la ntizia della morte di Stefano Cucchi ho pensato subito che l’unica possibilità di morire, per un giovane di circa 30 anni,era quella di essere ASSASSINATO. Imfatti il mio sospetto è stato avvalorato dalla visione delle varie foto apparse sulla rete. Esse sono più che evidenti delle torture e sevizie subite da quel corpo martoriato. Ma chi sono stati i responsabili di tanto scempio ed odio? Voglio dare la mia solidarietà umana alla famiglia. Antonio

  9. questo non puo’ succedere. non è possibile. non deve essere possibile. no. no. no. non ci posso credere. è un incubo.

    le forze dell’ordine dovrebbero proteggerci, dare un senso sicurezza e non farci tenere per la nostra sicurezza. ed il governo nel frattempo? il ministro?

    è un incubo. ditemi che è un incubo e svegliatemi. svegliateci per favore!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...