15 pensieri su “Popolarità

  1. tiresia

    Ma davvero ha detto “mi unirò politicamente a Casini?” 🙂
    Sempre guardato con sospetto i radicali…

  2. Sciltina:

    nel tempo, come forse varai intuito, ho frequentato la parrocchia radicale. E non sai le storia che circolano su di lui… Una sorta di Mastella piacione, ripercorriamo i partiti per dove è passato o con cui ha intenamente amoreggiato: Radicali, Verdi, DS (mentre era sindaco come gli faceva le fusa), poi improvvisa conversione Margherita, PD ora UDC. Gli manca solo il PDL!

    Dai Cicó, avanti cosí, che ce l’hai quasi fatta: n’artro pó e riempi l’arbumme d’e figurine!

  3. Filippo, tu dimentichi dal Partito Radicale agli Antiproibizionisti sulla Droga con Taradash, poi i Verdi Arcobaleno, poi i Verdi Sole che Ride. E poi hai saltato i Democratici dell’Asinello prima della Margherita. Occorre la precisione tassonomica, con Rutelli.

  4. Ivan P.

    Per me potevano andarse già molto prima, comunque persino Severgnini ha definito l’uscita di Rutelli e indegna compagnia dal PD come una cosa “non fondamentale”. Quindi prego: se ne vadano pure, nessuno sentirà la loro mancanza.

  5. volpi

    Scusami ma ho letto il tuo testo sul maccartismo e ti devo fare una domanda a riguardo.Volevo sapere se analizzi l’effetto di Dennis v.usa sul maccartismo(e l’effetto che il maccartismo può avere avuto nella decisione

  6. Però dai,è stato coerente:lo aveva detto che se andava e lo ha fatto, ma io mi chiedo: chi lo segue? 🙂
    Un abbraccio affettuoso che ti segue

  7. Volpi, analizzo? No, se intendi in termini giuridici. Ne accenno a pagina 323, fu un processo molto importante ma il volume è sul rapporto tra cinema e maccartismo, e Dennis era il segretario del PCUSA, non un uomo di spettacolo. Poi non capisco: se hai letto il volume, lo sai da te che non mi soffermo su quel punto, giusto?

  8. Udite, udite: il Cicoria se ne va ma “per evitare l’etichetta clericale, Rutelli starebbe tenendo lontana Paola Binetti” (ultimo paragrafo)

    http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/politica/200910articoli/48771girata.asp

    Hai capito, il genuflesso Rutelli, prima appioppa la Binetti al PD in nome del cattolicismo poi una volta visto che l’ayatollah cattolica non è spendibile politicamente, se ne va e la molla al PD(un movimento nuovo con la Binetti che voti ruberebbe a sinistra?).

    Questo è quando ci offre quel grande stratega politico quale è il nostro ex-sindaco. Gulp!

  9. Lorenzo (L. Gallo)

    Tra andare con Casini e andare con una trans, è chiaro quale ritengo moralmente più indegno. Non mi risulta, infatti, che alcuna trans abbia mai rappresentato in parlamento gli interessi di Cosa Nostra.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...