Squadrismo mediatico: dritti al regime

Standard

Nel concetto di “videocrazia” c’è anche l’uso propagandistico dei mezzi di comunicazione di massa. Da qualche giorno, l’uso è diventato anche di squadrismo mediatico, come nel video che segue, andato in onda su Canale 5 pochi giorni fa.

Stabiliamo subito che chi ritiene giustificabile questo squadrismo mediatico è un fascista videocratico, ossia una persona per la quale il manganellamento mediatico (che non è giornalismo) di Canale 5 contro un giudice, “colpevole” di aver stabilito quanto denaro Mediaset deve versare a Cir dopo avergli rubato il gruppo Mondadori, è cosa accettabile. La cosa divertente e ridicola è che il giudice è accusato di:

1) andare su e in giù mentre aspetta il suo turno dal barbiere (notoriamente un gravissimo reato per chiunque; per un giudice poi!)
2) accendersi una sigaretta dopo l’altra in una mattina (è un tabagista! quindi è incapace di intendere e volere! Subito una legge che lo stabilisca, prego: chiamate Ghedini e anche qualcun altro che ci capisca di diritto)
3) di indossare dei calzini turchesi (ah! TURCHESI! Lo sapevo io! Proprio un giudice del quale non ci si può fidare!)

Nel frattempo, Il Giornale di Berlusconi pubblica fantasiosi articoli di Stefano Zurlo che, citando fonti anonime e frammentarie, cerca di disegnare il teorema del nuovo complottone contro il poverosilvio.

***

Sulla rete si è diffusa una risposta sagace che il giudice Mesiano avrebbe dato al “servizio” di Canale 5. La dichiarazione è falsa: il giudice Mesiano non ha mai pronunciato quelle parole e non ha proprio risposto, fino al momento in cui scrivo, a Mediaset. La risposta falsa si è originata da questo sito ed è rimbalzata in vari blog. La risposta (inventata) era assai carina: Quelle mandate in onda su Canale 5 sono riprese parziali. Io non sono come mi hanno descritto. Ho anche io una vita normale come tutti: faccio festini nelle mie ville, vado a puttane e organizzo orge con minorenni.

Annunci

20 pensieri su “Squadrismo mediatico: dritti al regime

  1. La moda è una delle prime industrie italiane, quindi questo giudice vestendosi trasandato commette un atto anti-italiano. Ma, come si sa, gli anti-italiani sono quelli che attaccano il governo, e ciò dimostra che il giudice Mesiano è un oppositore di Berlusconi e quindi la sua sentenza sul Lodo Mondadori non è imparziale.
    Tutto torna 🙂

  2. Secondo me quelli di mediaset hanno fatto un grosso, grossissimo, buco nell’acqua. A meno che l’intenzione non fosse semplicemente quella di dire: sappiamo come trovarti, dove trovarti, come violare la tua privacy, come distruggere la tua vita, attento.

  3. Antarexx

    Io voglio sperare che questa cosa si traduca in un clamoroso autogol per il nano: è così chiaro che il servizio è inconsistente…
    Ma i “giornalisti” che hanno imbastito questa bruttura, non dovrebbero essere radiati dall’ordine?

  4. Assolutamente inconsistente, pazzesco. Questa roba mandata in onda offre il fianco ad attacchi da parte di chiunque, si tratta dell’ennesimo autogol in una serie sempre piu’ lunga. Il nano pedofilo si sta scavando la fossa da solo.

    Da notare i giudizi gratuiti sul fatto che il giudice sia ‘strano’ perche’ indossa i calzini turchesi e cammina mentre fuma la sigaretta fuori dal barbiere mentre attende il suo turno. Oltre all’intrusione assurda nella privacy di un cittadino… ma cosa si vuole dimostrare o documentare che un giudice ‘reo’ di aver condannato berlusconi puo’ essere pedinato dagli sgherri al servizio del nano, puo’ essere filmato quando e’ inerme, senza scorta, puo’ essere anche aggredito o ucciso forse ?

    Il nano pedofilo .. fara’ una brutta fine.

    presto

    Peraltro fan molto male quelli che ‘parlano’ di pallottole da conficcare nella testa del nano, ed oramai sono in molti a ventilare questa ipotesi a voce sempre piu’ alta … secondo me questi signori sbagliano a parlare di pallottole .. fanno molto, ma molto male a blaterare… meno chiacchiere e piu’ fatti.

  5. Osservatore, che fai, istighi? 🙂 Qui secondo me è più probabile che il piduista mafioso faccia lui un golpe. In fondo basterebbe un caffè marca Sindona per Napolitano, tanto per cominciare. Con Schifani PdR, le cose andrebbero già meglio, anche se alla fine non è che Napolitano fino a oggi abbia rinviato alle Camere chissà quali leggi vergognose.

  6. Posso essere un cincinin ottimista? Secondo me a furia di fare queste scenette si copriranno di ridicolo, perchè adesso chi come me razionalizza ha un motivo ( sempre di più per la verità…) di discussione reale e concreto con chi ancora ci crede che il Capo del Governo sia una persona seria ( l’altra sera ho convertito una piccola berlusconiana a svegliarsi dall’incantesimo del biscione).Il ridicolo a volte fa più di mille pistole
    La speranza è ancora verde, specie se il “marrone” è tanto intorno .
    Un abbraccio sempre più affettusoso.Permettimi anche pubblicamente di ringraziarti per le cose che da te imparo e che mi stanno facendo diventare una cittadina e una donna migliore.

  7. Gan

    Oltre ai manganelli, ci sono anche i grimaldelli mediatici, tipo le fanfare televisive e giornalistiche che hanno accompagnato la letterina dei fratelli Capone Comunisti Combattenti (“c’è stata una grande moria delle vacche, come voi ben sapete”).
    Quando Marino ha parlato di “fatto gravissimo” spero si riferisse ai nove giorni che ci ha messo la lettera prima di giungere a destinazione, e all’evidente disastro delle Poste Italiane.

  8. Scusate, non sono esperto in materia, ma questo servizio sembra qualcosa di affiancabile allo stalking o sbaglio? Ma il giudice l’ho visto? Li ha querelati?

  9. riki

    Il punto secondo me e´ che gli autogol li vedono solo quelli che non hanno “il prosciutto sugli occhi”, i blog come questo, la gente che non si informa solo tramite le tv di berlusconi e qualche giornalista e lettore di Repubblica. E sono poche persone.
    E´ inutile che Repubblica dica che il consenso al premier e´ calato. Io non ci credo. Sono stato recentemente a Roma, parlando qua e la´ mi rendo conto di come la gente pensi che Berlusconi “sí, e´ un po´ cosi´, ma ha fatto anche tante cose buone”. Le stesse cose le sentivo dire su Mussolini “sí, si e´ alleato con Hitler e ha sbagliato, ma ha fatto anche tante cose buone, come la bonifica dell´Agro Pontino”.
    Il mio timore e´ proprio questo: nonostante gli scandali, le porcate allucinanti, le figure di merda col resto del mondo, in italia B. ha una presa talmente forte sulla vasta maggioranza del popolo, che non ci sara´ un golpe. Sara´ un plebiscito ad acclamarlo!
    Frequentando questo e altri blog si puo´ avere una percezione realistica di cosa sta accadendo in italia. Il problema e´ che siamo in pochi. La maggioranza non sa, non vuole sapere ed e´ contenta cosi´.

  10. Riki, il parallelo nel modo con cui l’italiano medio accoglie Berlusconi oggi e il modo in cui accoglieva Mussolini fino al 1943, non è affatto sbagliato. Entrambi i leader avevano stabilito un capillare controllo dei mezzi di comunicazione di massa ed erano stati in grado di fondare una nuova cultura: quella fascista e quella berlusconiana. Devo dire che quella fascista dietro aveva degli ideali e una ideologia forte (sbagliata quanto vuoi, ma una signora ideologia, con tanto di liturgia politica e un diffuso senso di religione politica), mentre dietro Berlusconi c’è solo l’ideale di far soldi, avere successo e aggirare le leggi quando questo consente di risparmiare soldi in tasse e simili. Quindi il Sultano parte da un punto più debole di Mussolini.

    Inoltre, oggi esistono questi blog, e non è poca cosa. Esiste internet e abbiamo in milioni la possibiltà di leggere e ascoltare le nostre moderne “Radio Londra”, che sono centinaia di migliaia. Mussolini sapeva che anche la piccola e gracchiante Radio Londra degli anni 40 poteva essere un problema, e ne proibì l’ascolto. Ciò nonostante alcuni continuarono ad ascoltarla. Io penso che Berlusconi non abbia le palle per fare il colpo di Stato, perché significa far uccidere delle persone e prendere il potere attraverso un accordo con le forze armate. Credo che Berlusconi tema di essere ucciso a sua volta, e quindi non penso che farà il colpo. Però ha cominciato a usare le sue tv come manganelli, e il pedinamento di Mesiano ha per me lo stesso valore politico dell’assassinio Matteotti. Vediamo ora cosa succederà.

  11. Luce, il problema è che se dobbiamo parlare delle ore con ciascuno dei berlusclonati per destarli, la tv saprà sempre parlare a più persone insieme e in modo più subdolo.

  12. Caro Sciltian, secondo me invece parlare alla gente è fondamentale per cercare di far guardare poi la televisione con occhi diversi,proprio perchè il problema è che parliamo poco tra di noi.
    Portare il dialogo costruttivo fatto di esempi e cercare di far capire che la televisione è un elettrodomestico e non l’oracolo di Delfi serve a far risvegliare le persone da questo ipnotismo mediatico, dato che alla fine le “rivoluzioni” si fanno con le persone e non con le telecamere.
    E sono daccordo con il fatto che la rete è la nuova Radio Londra, lo diceva anche un grande del giornalismo con la G maiuscola, Tito Stagno, e lui certe cose le capisce e le conosce dall’interno.
    Un abbraccio affettuoso consueto.

  13. Come volevasi dimostrare ..
    altro che backfire..
    i tirapiedi del puttaniere pedofilo che pensano di fargli un piacere a spargere merda sugli opponenti non hanno nemmeno la piu’ pallida idea della marea di fango che gli arrivera’ molto ma mooooolto presto addosso.. queste schifezze registrate e mandate in onda a scopo intimidatorio sono la documentazione certa di quello che sta succedendo in italia.

    “Fury as Berlusconi judge filmed”
    BBC – Monday, 19 October 2009 16:19 UK

    Italian PM Silvio Berlusconi has come under fire after a TV channel he owns secretly filmed a judge who ruled against him in a bribery case.

    Mr Berlusconi’s Canale 5 channel aired footage of the judge taking a walk, smoking and visiting a barber shop.

    A lawyers’ association reported the incident to Italy’s privacy watchdog and declared a “state of protest”.

    Earlier this month, Judge Raimondo Mesiano found Mr Berlusconi “co-responsible” of bribing legal officers.

    In the hidden camera footage – which was aired on Thursday – the narrator calls the judge’s behaviour “eccentric”.

    He points to him smoking the “umpteenth” cigarette, and calls his turquoise socks “strange”.

    The narrator adds: “He’s impatient… he can only relax at the barber’s”.

    Sock protest

    We don’t think there are similar precedents in Italy of denigrating a person and de-legitimising an essential and delicate function
    Italian National Association of Magistrates

    Lawyers and civil rights groups said the secret filming was an unprecedented violation of privacy of a member of the judiciary.

    “We don’t think there are similar precedents in Italy of denigrating a person and de-legitimising an essential and delicate function,” the Italian National Association of Magistrates said in a statement.

    The leader of the opposition Democratic Party, Dario Franceschini, reportedly wore a pair of turquoise socks on Sunday to show solidarity with the judge.

    ‘Notoriety’

    Mediaset, which owns Canale 5, defended the broadcast, saying it showed a magistrate who “has acquired national and international notoriety”.

    On 5 October, Judge Mesiano found Mr Berlusconi “co-responsible” for the bribery of a judge who decided in favour of his holding company, Fininvest, in a business takeover deal.

    Fininvest was ordered to pay 750m euros ($1.1bn; £685m) in compensation to its rival company.

    Mr Berlusconi claims that Italy’s legal system is packed with left-wing magistrates who are out to get him.

    Earlier this month, Italy’s top court lifted a law granting him immunity while in office.

    Correspondents say the ruling means the 73-year-old billionaire may have to face a number of trials for corruption and bribery within months.

    BBC Monday, 19 October 2009 16:19 UK

  14. liuk

    la cosa che mi ha più impressionato è stato il commento di berlusconi, in puro stile gangster mafioso: “sono contrario a servizi di questo genere, la privacy va sempre rispettata. certo però ne fa di cose strane questo giudice…”

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...