Come finirà il congresso PD

Standard

Potevo mancare di dare una sbirciatina alla mia sfera di cristallo per leggere il futuro del PD? Non potevo. Ed ecco qui il responso del vostro mago blogger preferito…

Finirà che non si andrà alle primarie. Nel congresso dei circoli, vincerà Bersani con almeno il 51% sia nel caso che i voti li abbia per davvero, sia che gliene manchi un quid per avere la maggioranza assoluta. In tal caso, interverranno dei sapienti brogli. Marino sarà attorno al 10% e Franceschini sul 39%.

Nelle primarie aperte, che pare si terranno in ogni caso (anche se nel congresso dei circoli qualcuno prende il 50+1% dei voti) prevedo che Bersani non scenderà sotto il 51% sia che i voti li abbia, sia che non li abbia. Le uniche percentuali che varieranno saranno quelle di Franceschini e di Marino. Lì penso e spero che Marino possa alzarsi dal suo “quasi 10%” a un 12-13%, e Franceschini scendere di conseguenza.

In novembre, Rutelli se ne andrà nel partito di Casini e Bersani poi ci dovrà parlare per costruire la nuova alleanza. Il primo banco di prova sarà il Lazio, dove il Centrosinistra senza UDC probabilmente perde, ma con l’UDC dovrebbe vincere.

Annunci

19 pensieri su “Come finirà il congresso PD

  1. Enzo Lodesani

    Scusa Anelli ma a me sembra che le cose non stiano così. Voglio dire che le primarie si svolgeranno con i tre candidati che hanno superato il 5% dei voti espressi dai congressi di circolo e al momento tutto fa pensare che anche Marino sia decisamente sopra questa soglia del 5%. Dalle primarie uscirirà il segretario solo se farà un risultato oltre il 50% altrimenti si andrà al ballottaggio tra i mille componenti l’Assemblea nazionale che sarà composta in base ai voti ricevuti dalle varie liste. Si capisce quindi quanto siano importanti le primarie. Perchè possono votare oltre agli iscritti anche gli elettori e, quindi, ribaltare il risultato dei congressi. E’ una occasione unica per cambiare questo ceto politico. Forza Marino.

  2. Enzo, non capisco dove sia il problema: io ho appunto detto che secondo me Bersani finisce col 51% dei voti dei congressi e dunque le primarie aperte non si terranno. A Marino ho dato circa il 10%, che mi pare un ottimo risultato. Cioè in sostanza abbiamo detto la stessa cosa, solo che tu sembri non sapere che se uno dei tre candidati prende più del 50%, le primarie non si tengono più.

  3. Enzo Lodesani

    Io questa cosa che se un candidato nei congressi dei circoli prende più del 50% non si fanno le primarie non l’ho letta da nessuna parte. Non vorrei sbagliarmi, ed è possibile visto il regolamento demenziale, ma l’art. 8 del Regolamento nazionale recita così:

    Articolo 8
    (Svolgimento della Convenzione nazionale)

    1. In apertura della Convenzione nazionale, su proposta del Segretario, viene costituita e messa ai voti per l’approvazione una Presidenza, che ha il compito di assicurare il corretto svolgimento dei lavori e che veda la presenza di almeno un rappresentante per ciascuna candidatura.

    2. In apertura della Convenzione, la Commissione nazionale comunica ufficialmente i risultati delle votazioni svoltesi nelle riunioni di Circolo e, sulla base di quanto stabilito dallo Statuto (art. 9, comma 6), determina il numero dei candidati ammessi alla seconda fase del procedimento di elezione del Segretario nazionale, ovvero “i tre candidati che abbiano ottenuto il consenso del maggior numero di iscritti purché abbiano ottenuto almeno il cinque per cento dei voti validamente espressi e, in ogni caso, quelli che abbiano ottenuto almeno il quindici per cento dei voti validamente espressi e la medesima percentuale in almeno cinque regioni o province autonome”.

    3. In apertura della Convenzione nazionale vengono presentate le linee politiche collegate ai candidati, assicurando a ciascuna di esse pari opportunità di esposizione.

    Si evice quindi che sia loStatuto che il Regolamento prevedono due fasi.La prima quella dei congressi in cui gli iscritti si esprimono e concorrono a stabilire chi saranno i candidati che parteciperanno alle primarie. Nello specifico se si supera lo sbarramento del 5% si ha diritto a partecipare alla seconda fase. La seconda è appunto quella delle primarie a cui possono votare anche gli elettori non iscritti. Solo dopo questa elezione l’Assemblea delibera eletto il segretario se uno dei candidati supera il 50% dei voti, diversamente si va al ballottaggio all’interno dell’Assemblea.
    Se tutto questo è vero (salvo che non abbia letto bene i regolamenti) le primarie si faranno tra i tre candidati attualnmente in lizza, infatti Marino sembra superare abbondantemente il limite del 5%.

  4. Ciao Anelli, ti sbagli invece, anche se al tuo errore contribuisce in gran parte questo assurdo regolamento:

    Fase 1: Votazione fra gli iscritti. Serve a ratificare chi andrà alle primarie, ovvero chi avrà almeno il 5% dei voti (in realtà la regola è ancora più contorta, ma con soli 3 candidati basta il 5%). La convenzione nazionale, a roma, ratifichera i risultati dei circoli.

    Fase 2: Primarie aperte. Qui conta il 50% per diventare segretario. In questa fase si può sperare che Bersani scenda sotto questa soglia, dato che dovrebbe farsi votare dai non iscritti pur dicendo abbastanza chiaramente che se farà il segretario li coinvolgerà molto meno.

    Fase 3: Le liste elette alle primarie, collegate ai candidati segretari, formano l’assemblea nazionale (diversa dalla convenzione nazionale) che vota il segretario. Se nessuno ha la maggioranza del 50%+1 in questa assemblea saranno necessari accordi fra i candidati. E in questa fase può succedere di tutto (e più voti si prendono alle primarie più si conta, per questo Marino deve fare un buon risultato, anche se non vince, perché potrà comunque far valere le sue istanze)

  5. cioè tu dici che si cambiano le regole con il gioco in corso?
    non è che invece alle primarie (che si fanno per forza se no succede un casino, dentro) non vince nessuno dei due e se la giocano in assemblea nazionale (nelle forme abituali)?
    E perché il Lazio, poi? Da me si vota fra pochissimo e il post-Bassolino mi pare un ottimo banco di prova per Bersani (di cui il Basso è grandissimo elettore)

    poi tutto è possibile, eh…

  6. Per Michele e tutti gli altri: non ho letto da nessuna parte. Ho chiesto a un iscritto del PD che ha la mia età e che conosco molto bene e lui mi ha detto che se qualcuno prende il 50+1% ai congressi di sezione, le primarie aperte non si fanno più. Può darsi che si sia sbagliato lui, ma di solito è persona molto attenta ai cavilli e ai dettagli dei regolamenti, per cui diciamo che tendo a fidarmi. Poi per carità: l’errore suo è totalmente possibile.

  7. Alberto, ammesso e non concesso che sia vero che con il 50+1% dei voti in fase congressuale non si tengano le primarie, per me non c’è dubbio alcuno che Bersani prenderà il 51% anche nel caso che abbia il 46%. Se questa regola del 51% è come l’ho capita io, l’unica speranza di andare alle primarie aperte sarebbe se Bersani prendesse molti meno voti del 51% e diventasse difficile brogliare oltre un certo livello. Ma detto tra noi: se c’è la regola del 51%, tu te lo vedi D’alema che mette l’elezione del suo partito nelle mani di gente non iscritta al PD? Io no.

  8. D.I. secondo me il Lazio è la cartina di tornasole. L’elezione della Regione si gioca su 4000 voti, ossia su 2000 voti da spostare da una parte all’altra. Se il centrosinistra si allea con l’UDC ha la speranza concreta di mantenere la Regione, altrimenti è molto probabile che la perderà. In Campania a me pare del tutto scontato che vinca il centrodestra, non so a te.

  9. il tuo amico di infanzia si è sbagliato. Le primarie si fanno in ogni caso.
    Già ci chiedono dove organizzarle, quindi si fanno. E tutti i regolamenti citati sono talmente chiari in questo …

  10. Enzo, a leggere il regolamento anche io la interpreto come te. Sì può darsi che la mia fonte interna al PD abbia capito male, in effetti. Cosa buffa, considerato che conosco il suo livello di attenzione su queste questioni, ma naturalmente possibilissima.

  11. Lorenzo (L. Gallo)

    Ma se noi che abbiamo votato Alemanno la volta scorsa, di nuovo non voteremo un PD alleato con l’UDC, preferendogli una destra vera, il PD perderà lo stesso, nel Lazio.
    Guarda il dibattito congressuale sul sito della Alicata: c’è da piangere dalla rabbia, quelli sono ancora comunisti “duri e puri”, fedeli agli apparacniki oltre ogni senso critico.
    Perfette, repellenti copie di Boxer, il cavallo scemo di “Animal Farm”. E faranno la stessa fine.

  12. sul Lazio si va verso una riconferma di Marrazzo candidato, che peraltro è riuscito a non fare danni eccessivi – anzi – della qual cosa tutti lo ringraziamo (anche se gli abitanti di Albano con la turbogas non saranno molto d’accordo con me su questo).

    per il centrodestra si fanno nomi della Polverini o della Meloni, addirittura. Resta che se si perde anche il Lazio il botto è mooooolto molto molto grosso.

    Per il resto trovo l’interpretazione azzeccata nella sostanza: Bersani ha intenzione di fare un partito tipo DS + tutti quelli che hanno intenzione di starci alle sue regole (Rosy Bindi, Enrico Letta). Gli altri, che andassero dove vogliono, gli appaltiamo i voti cattolici che tanto noi non siamo in grado di capire e gestire.

  13. Lorenzo, è molto probabile ciò che dici. Bisogna calcolare quanto riesce a spostare una UDC con dentro Rutelli e magari l’Opus Dei al completo (non solo la parte che fa riferimento ad Alberto Michelini) nel Lazio. Secondo me sono molti voti, più di quelli che perderebbe il PD, e soprattutto sono voti che valgono doppi perché sarebbero sottratti al centrodestra attuale e portati al centrosinistra. Cmqe penso che un PD alleato all’UDC, e senza Rutelli, più del 20-22% non lo prende.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...